Si può perdonare un tradimento?

Chi non si è mai chiesto se sia possibile perdonare un tradimento?

Prima di proseguire, però, facciamo un po’ di chiarezza.

Il tradimento avviene secondo numerosi campi e scenari.

In questo articolo, nello specifico, parleremo del tradimento nel rapporto di coppia.

Non parliamo di quello mentale, ma di quello fisico.

Parliamo dunque di quando il tuo partner, o la tua partner, finisce a letto con un altro/a senza dirtelo.

Se te lo dicesse prima, d’altronde, non sarebbe tradimento.

E da questo puoi già intuire dove vogliamo andare a parare: il tradimento è un atto percepito a dir poco “subdolo”.

Chi tradisce, in definitiva, “prova a fregare”.

Ed è questo che realmente indispone e influisce sulla scelta di perdonare o meno un tradimento.

Quanto dietro l’arrabbiatura per un simile gesto, c’è del reale sentimento? E quanto di orgoglio ferito?

La linea di demarcazione del perdono si sviluppa in mezzo a questi due fattori interiori:

– Reale sentimento provato verso la persona traditrice.

– Orgoglio personale ferito.

Un fattore non esclude ovviamente l’altro.

La predisposizione al perdono verso un tradimento aumenta, all’aumentare del primo fattore.

Perdonare un tradimento

E diminuisce, all’aumentare del secondo.

Chiariamo una questione fondamentale: la nostra idea riguardo la poligamia o poliandria è già stata ben spiegata negli appositi articoli.

Qui invece, parliamo della reazione ad un “inganno morale” sviluppato dentro ad un rapporto stabilito monogamo fin dal principio.

Quindi, che tu ti trovi dal lato del tradito, o del traditore, sappi che la predisposizione al perdono di chi ti ha ferito (o di chi hai ferito) è vincolata da soli due fattori.

Se giochi “sporco”, ti assumi anche il rischio che comporta il “barare”.

Valuta anche quanto senso abbia insistere con lo stesso sport…

Ti aspettiamo per approfondire questo argomento e per risolvere ogni tua difficoltà a riguardo. Contattaci

Gli istruttori di ACS